domenica 12 ottobre 2008

erotica mente


E
viene sera
mi sdraio sulle rondini
il buio infuoca
di noi m'assale
il pensiero
di noi
trascino
spezzata
bellezza
canto
e danza
vetri in cocci
opali, madreperle.

6 commenti:

digito ergo sum ha detto...

c'è sempre un "noi", nelle poesie di una donna... peccato arrivino sempre un po' in ritardo. ma è bella lo stesso.

Anonimo ha detto...

notevole

Olaf

marco ha detto...

sto cominciando a preoccuparmi, cara, non ti sarai per caso innamorata?

radha ha detto...

@digito: in ritardo?
@olaf: grazie
@marco:se ti preoccupi tu allora...

Pino Amoruso ha detto...

Ciao, mio malgrado qualcosa mi costringe a promuovere una iniziativa contro la Riforma Gelmini che mira a distruggere la scuola pubblica ed a creare migliaia di disoccupati. Troverete da me i link per sottoscrivere una petizione e per inviare una mail al Presidente della Repubblica...

Continuiamo a far "RETE"... Aiutatemi a diffondere il messaggio!!!

A presto ;)

JANAS ha detto...

già mi è sorta il medesimo dubbio di marco!!
-difficoltà di concentrazione e di impegno in attività quotidiane?
-incapacità di controllare il contenuto della propria mente?
- L'alternanza tra stati euforici (quando si è vicini alla persona amata) e disforici (quando ci si separa)?
e poi respiro affannoso, tachicardia, diminuzione dell'appetito...
Ok...ok... sei malata!!
diagnosi della malattia: innamoramento!
cura: non esiste!
o aspetti che passi o ...!!